La Pasta di Zucchero


Ciao a tutti!!

Oggi vediamo nel dettaglio la Pasta di Zucchero chiamata anche in modo più breve PdZ.
Fino a qualche anno fa era completamente sconosciuta in Italia ma molto utilizzata oltreoceano, nata nel Regno Unito ha trovato il suo spazio in quasi tutto il mondo per arrivare infine a noi.
Prima di conoscere la Pasta di Zucchero in Italia veniva utilizzata la Pasta di Mandorle per le coperture, la ghiaccia reale (o glassa reale) per le decorazioni e il pastigliaggio per le decorazioni più grandi ma che necessitava di lunghissime asciugature.


Che cos'è la PdZ?
La pasta di zucchero, anche conosciuta come Fondant, è una pasta modellabile al livello del pongo che può essere colorata e plasmata come più ci piace.

Da cosa è composta la Pasta di Zucchero?
Si ottiene da un impasto di zucchero a velo, glucosio, colla di pesce, acqua e glicerina. Gli ingredienti meno comuni possono trovare dei sostituti nella cucina di tutti noi:
- il glucosio può essere sostituito dal miele;
- la glicerina può essere sostituita dal burro.
Per la ricetta completa Cliccate QUI.

In quale occasione può essere utilizzata?
C'è un unico limite: la tua fantasia!!
Una torta per un battesimo, comunione, cresima, compleanno, addio al nubilato, al celibato, matrimonio.. qualsiasi occasione è un'occasione unica da non farsi scappare per avere una bellissima torta decorata con questa magica pasta zuccherina.

Come si può utilizzare la PdZ?
Essendo una pasta malleabile a proprio piacimento i suoi utilizzi sono molteplici, ci si possono ricoprire interamente le torte, modellarla per realizzare soggetti, fiori e pupazzetti dai più grandi per le torte ai più piccoli per i cupcake.

Come si può ottenere la Pasta di Zucchero colorata?
Ovviamente la PdZ si presenta Bianca all'origine ma utilizzando dei coloranti alimentari possiamo portarla a qualsiasi colore vogliamo.

Quali sono i coloranti alimentari più indicati per colorare la PdZ?
Ci sono molti tipi di coloranti ed è un mondo in cui ci si potrebbe smarrire.
I coloranti più indicati sono quelli idrosolubili in gel da aggiungere una punta di stecchino per volta perché sono molto coloranti mentre quelli più sconsigliati sono quelli liquidi.
Si consiglia di impastare indossando dei guanti in lattice monouso per alimenti se non volete essere colorati anche voi! :P
Clicca QUI per conoscere il dosaggio dei colori per ottenere la tonalità di cui necessiti.

Come si conserva la PdZ e per quanto tempo?
La PdZ deve essere conservata ben avvolta nella pellicola trasparente e chiusa in un contenitore ermetico altrimenti si indurirà e sarà impossibile lavorarla entro 24 ore. Può essere conservata per 2 mesi dalla preparazione.

Se la Pasta di Zucchero si indurisce è da buttare oppure posso recuperarla?
Ogni volta che si andrà ad utilizzare la pasta sarà un po' dura per essere lavorata adeguatamente ma sarà sufficiente metterla qualche secondo nel microonde per portarla alla malleabilità originaria. Fate attenzione quando la lavorate una volta estratta dal microonde perché il centro sarà molto caldo e potreste scottarvi se non siete accorti.

Se avete ulteriori domande, commenti o pensieri a riguardo vi invito a scriverli qui sotto.

A presto!!

You Might Also Like

0 commenti